In ambito sportivo, soprattutto di alto livello, 
è fondamentale allenare in modo mirato la forza eccentrica, in quanto:  

  • È in grado di generare forze più alte rispetto alle altre modalità tradizionali di allenamento;
  • Consente una più alta efficienza (più lavoro meccanico a parità di spesa energetica);
  • Richiede un minor impegno cardiopolmonare;
  • Mostra un’attivazione neuromuscolare unica che comporta un minor affaticamento e che può essere allenata in modo mirato;
  • Stimola micro adattamenti che sono molto specifici e rigenerano il tessuto muscolare.

 

Questo tipo di lavoro diventa importante anche per chi pratica sport di resistenza (podismo, ciclismo, ecc.) in quanto non comporta una diminuzione della funzione ossidativa del muscolo, permettendo così di lavorare sulla capacità di forza veloce. 

Queste sollecitazioni in eccentrico provocano però un aumento dei dolori muscolari post allenamento, sopratutto per esercitazioni eseguite con velocità alte e con movimenti ampi, fattori da tenere in considerazione per tarare alla perfezione i tempi di recupero.